ISCRIZIONI in sede (P.zza Vittorio 13 - TO: lun - ven ore 8 - 17). Tesseramento: € 10. Quota associativa annuale: € 5

APPUNTAMENTI / INFO

ARCHIVIO del sito

La mia foto
SEDE CENTRALE: piazza Vittorio Veneto 13, 10124 Torino; SEDE 2 c/o 'Blue Train' Via A. Bonafous 6 - Torino, Italy
Consiglio Direttivo: Presidente: Dario Coppola. Vice Presidente: Anton De Nicolò; Tesoriere: Stefano Marino; Segretario: Jacopo Villani. Per l'iscrizione all'Associazione si può richiedere il modulo in sede o a un membro del Consiglio Direttivo. Fax: 011885507 Mail: acquintiliano@hotmail.it
L' ASSOCIAZIONE QUINTILIANO è stata ideata da Dario Coppola nel 2000

ed è stata fondata nel 2010 con Emanuele Amo, Davide Biagioni, Federico Garino, Irene Fusi, Alberto Saluzzo, Jacopo Villani, Alberto Zanello. A questi soci fondatori sono stati aggiunti, con nomina del presidente, Antonino D'Ambra e Daniele Grillo.

Loading...

collegamento con Q TV

Translate

15.11.10

LA BELLEZZA SALVERA' IL MONDO

LE PRIME IMMAGINI DELLA FESTA DI INAUGURAZIONE DEL QUINTILIANO




La bellezza della musica, della letteratura, del cinema, del teatro, dell'arte... salverà il mondo, quel mondo che, attraverso la lente d'ingrandimento del Quintiliano, vediamo nella nostra città. 
La nostra bellezza salverà il mondo, quella interiore e non soltanto quella superficiale, di facciata, che invece è destinata ineluttabilmente a scomparire.
Credo proprio che siamo belli, speciali, per riprendere un'altrettanto bella espressione, che ho letto in queste ore, riferita a tutti noi da Emanuele Amo, consigliere del Quintiliano!
Perché siamo belle persone? 
Per la passione con la quale abbiamo preparato la festa nostra e vostra, con accortezza e puntualità; per la delicata maniera con la quale abbiamo svolto compiti difficili che ci sono solo sembrati, talora, ostacoli insormontabili; per la discrezione con la quale abbiamo comunicato onestamente tra noi; per il rispetto reciproco che ci siamo dimostrati sempre; per il controllo della forza impiegata nel lavoro pesante; per avere realizzato una vera unione con tutte le nostre belle diversità; per la sincerità, la schiettezza e per l'umorismo con i quali abbiamo condiviso i momenti della preparazione; per la capacità di ridere insieme e di non prenderci troppo sul serio; per lo sforzo di aver visto nell'altro qualcosa di nuovo e di entusiasmante.
La giovane età di tutti i consiglieri, eccettuando la mia e quella del prof. D'Ambra, che pur giovani ci sentiamo stando tra i giovani, non ci ha impedito di poter raccogliere e gustare un primo frutto bello e maturo come quello di un buon melograno: una serata da favola, ma vera, in uno scenario da "mille e una notte". Un caleidoscopio di colori e di suoni che ci hanno emozionato, invitandoci a fare un passo oltre i confini del pregiudizio e della chiusura mentale. Tra il cous cous, l'uva passa, le mandorle, il profumo del tuareg e dell'anice, ho visto i nostri volti sereni.  
Ho visto arrivare, non certo su cammelli o dromedari, ma dalla mia città - quella con la mole -, e anche da Asti, da Chieri, e dalla provincia di Cuneo, persone del presente e del passato, che hanno costruito e ancora costruiscono questo nostro bazar: li voglio onorare e ringraziare!
Grazie a Guglielmo Sandri Giachino e Flavio Mergotti d'essere voluti intervenire, fedeli ancora una volta, in un'occasione così importante per noi: è merito anche loro se, come seduti su un tappeto, abbiamo spiccato questo volo dai Laboratori all'Associazione. E l'abbiamo fatto, con tanta prudenza, aspettando il tempo opportuno, senza spingerci troppo in alto alla maniera di Icaro. Siamo entrati in punta di piedi nella coscienza collettiva tanto che la stampa, che pur sapeva di noi, ha preferito parlare dei ravioli al plin e pubblicare, fra gli eventi culturali, le gare di hockey piuttosto che la nostra serata di inaugurazione.
Grazie per la collaborazione soprattutto a Jacopo Villani, a suo papà Maurizio e a suo fratello Diego! 
Senza il prezioso tempo da loro dedicato alla preparazione, mentale e materiale, non avremmo potuto fare nulla di ciò che tutti hanno visto e, anche, sentito.
Grazie a Elena Crolle, presidentessa del Comitato Conservatorio, e anche esecutrice: con la sua precisione creativa e la sua delicata premura ha realizzato un programma musicale delizioso e raffinato.
Grazie a Margherita Di Pinto, presidentessa del Comitato Regina Margherita, che nella sua discrezione ci ha offerto il fiore più profumato che aveva: la voce di sua mamma, la meravigliosa cantante Betty Bariati!
Grazie ai consiglieri Alberto Zanello, presidente del Comitato UNITO, e Federico Garino, del Politecnico, il nostro tesoriere che deve fare quadrare i conti: grazie per le corse in macchina in città nell'ora di punta, insieme al vicepresidente, per la preparazione. 
Grazie a Davide Biagioni, il mio vice, nonché strizzacervelli in erba (studente UNITO), per l'occasione, gran cerimoniere e presentatore della serata. Grazie a Luca Lionetto e Luca Cavaglià!
Grazie a Riccardo Lajolo, bravo interprete dei testi letterari scelti con il mitologico Alberto Saluzzo, segretario e consigliere del Quintiliano.
Grazie a Irene Fusi che ha profuso energie, sacrificando tempo e danaro, per la realizzazione dell'evento e grazie alla sua famiglia a noi così vicina! Grazie alla piccola Vittoria che ha realizzato un bellissimo quadro col simbolo del Quintiliano!
Grazie al consigliere Daniele Grillo (presidente del Comitato POLITO) che ha accolto i convenuti, col suo bel sorriso e il suo metodico lavoro, collaborando con tanta dedizione per preparare l'ingresso: è stato lui insieme ai suoi bravissimi collaboratori, fra i quali Andrea Sozzi e Alessandro Pizzo, il primo volto della serata. Grazie a Vittoria Salemmo per la sua disponibilità e la sua arte.
Grazie, ancora, ad Emanuele Amo (sottosegretario) a Lorenzo Rosso ma anche a Cesare Illengo: non ho parole per esprimere quanta riconoscenza dobbiamo a loro che hanno trascorso tutta la serata nascosti dalla lana, dalla seta, dal cotone e da tutti i preziosi tessuti degli abiti degli ospiti. Emanuele e i suoi aiutanti hanno lavorato faticosamente e, non potendo godersi la serata, si sono celati in un'oasi isolata simile allo Janna, ovvero il paradiso islamico dove scorrono  ruscelli di latte, e si sono beati della compagnia e dell'aiuto delle huri, le belle fanciulle dalla giovinezza eterna Francesca D'Apollonio, Erica Vigna, Martina Bertolusso, Alessandra De Filippis.
Grazie, ancora, a Jacopo Villani, presidente del Comitato Giusti, a Edoardo Iodice, presidente del Comitato Omnibus, per aver permesso, da ultimo,  la riuscita del dibattito con i politici. Grazie al presidente del Comitato Alfieri Simone Frasson, davidico vincitore di un Certamen siracusano, che ha anche gonfiato i palloncini. Grazie ai gemelli Gabriele e Michelangelo Tommaso per i loro virtuosismi e a Daniela Presta per la sua voce. Grazie ai proff. Debarbieri, Martini, Lupis dei Comitati Aurora, Baldessano Roccati di Carmagnola, Majorana di Torino e  Grassi.
Grazie alle scuole, al personale ATA, agli studenti, agli insegnanti, ai vicepresidi e ai presidi che hanno voluto sostenerci con la loro presenza o il loro interessamento.
Ringrazio per la collaborazione nel settore della logistica il prof. D'Ambra, consigliere e presidente del Comitato Majorana di Moncalieri, che ci ha portato anche i sassofonisti. 
Tutti abbiamo imparato dagli altri come se avessimo giocato... mettendo in gioco le nostre vite, le nostre esistenze individuali unite in un gioco di squadra. 
Come capitano di squadra ho controllato che i rapporti con la legge e la burocrazia fossero trasparenti nel pieno rispetto delle norme. Non immaginavamo un numero così alto di presenze: siamo riusciti a registrarne 215, ma sicuramente ne abbiamo notate molte di più...
Vi ringraziamo col cuore per essere intervenuti e per averci incoraggiato. Grazie a Younis Tawfik, al Centro Dar al Hikma, che significa Casa della Sapienza: non poteva esserci migliore luogo deputato per un evento culturale come il nostro.
E domani?
Ci metteremo subito al lavoro per progettare il prossimo evento, il primo di questo nuovo corso.
Dieci anni fa iniziai con uno sparuto gruppo di quattro gatti, ai quali nel tempo si sarebbe aggiunto anche un grillo, gli appuntamenti di quel gruppo che sarebbe divenuto il Quintiliano: proposi settimanalmente una serata al cinema o in auditorium, a teatro o agli incontri culturali vari offerti dal territorio urbano, coronati dall'ormai proverbiale Symposium. Dieci anni dopo siamo anche noi, ora, a proporre eventi e ce la metteremo tutta.
Tutti quelli che ho sentito ci hanno espresso contentezza ed emozioni positive per la serata di sabato 13 novembre 2010... una delle più belle della mia vita, che ora appartiene al passato anche se fino a qualche giorno fa, quando si moltiplicavano ed elevavano a potenza le riunioni, le telefonate in orari improbabili, le mail, gli sms, ci sembrava un giorno lontano, irraggiungibile... adesso è già storia, la nostra storia.
Quintiliano è stato come un figlio e - per me che non ho figli - è una vera e propria nidiata piena di vita, di vivacità, di freschezza, di vera bellezza.
Dario Coppola, 
presidente




al Centro Culturale italo arabo 
DAR AL HIKMA
di Torino

Davide Biagioni
ha presentato

GIOVANI TRA LE CULTURE 
PER LA CULTURA

in programma

ore 18 musica per sassofono con Luca Manassi e Valerio Bozzolan

ore 18,15
Riccardo Lajolo ha interpretato testi di
F. BrownK. ValentinVipassana e ZazenPlatoneE. Jannacci,
J. PrévertP.P. Pasolini, dal Manifesto Tedesco sulla Diversità (degli anni '90),
e dai racconti de Le Mille e una Notte

ore 18.30
Fabio Freisa (clarinetto), Edoardo Pezzini (oboe), Francesco Loprete (fagotto)
hanno eseguito musiche di 
Beethoven

ore 18.45
intrattenimento con Luca Manassi e Valerio Bozzolan (sassofono) e Riccardo Lajolo (attore)
ore 19 Giulio De Felice (flauto), Marco Testa (tastiere), Fabio Freisa (clarinetto), Elena Crolle (pianoforte) hanno suonato "Lisa" un brano di Elena Crolle

Giulio De Felice (flauto) ed Elena Crolle (tastiera) hanno eseguito musiche di 
B. Marcello

Andrea Monarda e Michele Ambrosi (chitarre) hanno suonato musiche di 
Petit e Azzan

ore 19.20
intrattenimento con Riccardo Lajolo (attore); Luca Manassi  e Valerio Bozzolan (sassofono)

ore 19.30 Fabio Freisa (clarinetto), Edoardo Pezzini (oboe), Francesco Loprete (fagotto) hanno suonato musiche di 
Beethoven

ore 19.45
intrattenimento con Luca Manassi e Valerio Bozzolan (sassofono) e Riccardo Lajolo (attore)

ore 20
Esecuzione del quartetto vocale Rolling Cobs composto da Simone Bertolazzi, Francesco Colonna, Stefano Gambarino, Ivan Prestini

ore 20.15
il Quintiliano è stato raccontato da
Davide Biagioni (vicepresidente)
Alberto Saluzzo (segretario)
Jacopo Villani (consigliere)


ore 20.30
Esecuzioni di Cecilia Lasagno (arpa e voce)

ore 20.45
intervento di Federico Garino (tesoriere)

Dario Coppola (presidente)
ha presentato il Quintiliano

ore 21

Betty Bariati 
ospite d'onore
ha cantato per noi
accompagnata al pianoforte


ore 21.30
dibattito e confronto fra giovani
con Alberto Saluzzo (moderatore)
Sono intervenuti
Roberto Rosso (Deputato alla Camera della Repubblica Italiana)






Roberto Placido (Consigliere regionale Piemonte)


ore 22
finale in musica con
Gabriele e Michelangelo Tommaso (musicisti) e Daniela Presta (voce)
______________________________________

quadri di
Valentina Salemmo

creazioni di
Daniela Sellone (stilista)

esposizioni e quadri della Scuola di Pittura
Pictor Accademy

fotografie di
Marzia Di Maola, Alessia Cirelli, Margherita Raiteri, Emanuele Amo, Serena Corallini e degli archivi dei Laboratori Quintiliano

assistenza tecnica e regia di
Jacopo Villani e Irene Fusi

1 commento:

Aditya ha detto...

Un intervento davvero commovente. Io, personalmente, mi sono divertita molto sabato 13, è stata una festa davvero calorosa e molto bella. E sono contenta per tutti voi e soprattutto per il presidente Dario Coppola. Si percepisce in queste sue parole molta intensita' e affetto sincero nei confronti di quello che è la sua creazione, il suo sogno più grande (ormai divenuto realta'): l'Associazione Culturale Quintiliano. Sono onorata e felice di collaborare per voi e con voi. Ringrazio ancora tutti per la meravigliosa serata che ci hanno regalato sabato 13.
Margherita Di Pinto

Post più popolari

Quintiliano è su FACEBOOK

Quintiliano è su FACEBOOK
cliccare sul logo per raggiungere il gruppo

Quintiliano è su YOUTUBE


cliccare sui loghi per raggiungere i nostri canali

ALTRI LABORATORI (IN STAND BY)

Archivi Q Territoriali

BREVE STORIA dell'Associazione



ASSOCIAZIONE CULTURALE QUINTILIANO - Il 24 settembre 2010 viene costituita a Torino l'Associazione Quintiliano, che opera in città con i suoi comitati territoriali e laboratori scolastici. La fondazione deriva dall'esperienza laboratoriale iniziata nel 2001.
Nel 2001, a Torino, è partito il progetto del primo Laboratorio Culturale che, con le sue attività didattiche, ha contribuito e contribuisce alla costruzione della personalità degli studenti che ancora lo frequentano, aprendo loro gli orizzonti del sapere. Dopo una prima fase sperimentale, il laboratorio è stato ideato, dal prof. Dario Coppola, e ha così preso corpo nel 2004 con l'acronimo LDG, cioè Laboratorio Didattico del Giusti, il liceo torinese nel quale l'attività ha visto i suoi esordi raccogliendo l'eredità di un grande docente di quel liceo, alla cui memoria il laboratorio è perciò stato dedicato: si tratta del prof. Giorgio Balmas.
Dal 2007 il progetto ha allargato il suo raggio d'azione ed è diventato un laboratorio interscolastico al quale, nella IIIB (2008-09) del Liceo Alfieri, è stato attribuito dal fondatore il nome LC QUINTILIANO. Da allora, il laboratorio ha raggiunto con le sue proposte anche gli studenti e i docenti di altre prestigiose scuole torinesi, e della provincia, come il Copernico, il D'Azeglio, il Majorana di Moncalieri e di Torino, il Gioberti, il Cattaneo, il Ferraris, il Cottini, lo Spinelli, lo Steiner, il Gobetti, il Regina Margherita, il Grassi, il Conservatorio Verdi e - anche - l'Università degli Studi e il Politecnico di Torino.
Nel 2009 sono stati attivati nove laboratori paralleli del Quintiliano corrispondenti alle redazioni scolastiche attive nei settori dell'istruzione secondaria (scuole superiori) e degli atenei torinesi.
Nel 2010 viene stilato il progetto della costituzione di un'Associazione Culturale che comprenda i laboratori già attivi e quelli da attivare.

Le proposte culturali dei laboratori sono di vario tipo:

THEATRUM: visione di spettacoli, a teatro;

AUDITORIUM: ascolto di concerti;

CINEFORUM: visione critica di film al cinema; partecipazione a rassegne cinematografiche;

SYMPOSIUM: incontro, con cena, per socializzare e riflettere informalmente, a caldo, sullo spettacolo cui si è assistito, anche con l'ausilio di schede didattiche;

CIVES: approfondimenti su legalità, educazione alla cittadinanza, Costituzione Italiana;

LUDUS: appuntamenti etico-sportivi;

ETHNE: partecipazione alle iniziative multietniche del territorio;

PACHA MAMA: iniziative ambientali ed ecologiche;

GANDHI: iniziative non-violente contro ogni tipo di discriminazione;

AGORÁ: dibattiti su temi d'attualità per la formazione delle opinioni;

BIBLOS: presentazione di libri;
ARTIFICIUM: promozione dei talenti artistici dei nostri allievi ed ex-allievi e progettazione delle visite alle mostre d'arte;
MNEMOSYNE: recupero delle nostre origini culturali nella storia (viaggio nella memoria, rievocazioni, visite a mostre, spettacoli, conferenze, lezioni introduttive alla storia del teatro, del cinema, della televisione e della radio);
MONOGRAPHIA: presentazioni monografiche interdisciplinari di autori attraverso significative opere che hanno arricchito il nostro patrimonio culturale;
EXPERT: trattazione di tematiche, da parte di esperti, per conoscere meglio le dinamiche dei fenomeni che ci presentano l'attualità e la storia;
DOSSIER: approfondimenti, documentazioni, testimonianze, recensioni, raccolte, relazioni, ricerche e tesine;
IN ITINERE: viaggi di istruzione brevi fuori urbe;
CAUPONA: incontri per accrescere e raffinare la cultura enogastronomica;
AUGUSTA TAURINORUM: lezioni itineranti nei luoghi storici della nostra città, che hanno visto transitare i maestri del sapere, e che ancora ne conservano l'eco;

DHARMA: appuntamenti con la filosofia e la spiritualità;
BERUF: informazione e formazione economica;
REPORTER: la realtà fotografata ad arte (mostre fotografiche);
IN CONCERT: reading, tendenze musicali, concerti;
CINEFERIAE: visione critica di film su richiesta degli studenti durante le vacanze.

Inoltre, il settore Informazione dei Laboratori comprende:


MONITOR: avvisi e segnalazioni;
VADEMECUM: segnalazioni di eventi culturali nel territorio urbano;
IN AETHERE: la cultura in tv o via radio;
NEWS: notizie dalle scuole collegate col nostro laboratorio;
WEB: notizie dalla rete.

Nel 2009 sono stati aperti anche:
1) un gruppo ufficiale su Facebook;
2) un canale video "LC QuintilianoTV" su YouTube, che consente un'espressione ulteriore della creatività comune di chi continua a costruire i nostri laboratori.
Gli studenti "storici" che, negli anni passati, hanno contribuito, insieme a decine di altri, con il coordinatore a condurre QUINTILIANO sono stati:

GUGLIELMO SANDRI GIACHINO (2005-06)
NICOLO' STROCCO (2006-07)
FLAVIO MERGOTTI (2007-08)
FEDERICO GARINO (2008-09)
ALBERTO ZANELLO (2008-09)
DAVIDE BIAGIONI (2008-09)
FEDERICO SILVESTRI (2008-09)
JACOPO VILLANI (2009-10)
ALBERTO SALUZZO coordinatore della costituenda Associazione Culturale (2009-10)


dal 24 settembre 2010:

data della costituzione dell'Associazione Quintiliano
Elezione del primo
Consiglio Direttivo (2010 - 11)
Presidente: Dario Coppola. Vice Presidente: Davide Biagioni (da settembre a dicembre 2010); Emanuele Amo (da gennaio 2011); Tesoriere: Federico Garino; Segretario: Alberto Saluzzo (da settembre 2010 a gennaio 2011); Davide Biagioni (da febbraio 2011); Altri Consiglieri: Alberto Zanello, Jacopo Villani, Antonino D'Ambra, Irene Fusi, Daniele Grillo.


dal 24 settembre 2011:
secondo Consiglio Direttivo (2011-12)

Presidente: Dario Coppola; Vice Presidente: Anton De Nicolò; Tesoriere: Stefano Marino; Segretario organizzativo: Ario Corapi (da settembre 2011 a marzo 2012); Jacopo Villani (da marzo 2012). Comitato esecutivo: ai consiglieri sopra citati si aggiungono i sottotesorieri Alessandro Minetti, Jacopo Villani (fino a marzo 2012), Ario Corapi (da marzo 2012) e i sottosegretari Bernardo Basilici Menini, Marcello Fadda.






Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini, i video e gli audio sono tratti dal web, valutati quindi di pubblico dominio.