ISCRIZIONI in sede (P.zza Vittorio 13 - TO: lun - ven ore 8 - 17). Tesseramento: € 10. Quota associativa annuale: € 5

APPUNTAMENTI / INFO

La mia foto
SEDE CENTRALE: piazza Vittorio Veneto 13, 10124 Torino; SEDE 2 c/o 'Blue Train' Via A. Bonafous 6 - Torino, Italy
Consiglio Direttivo: Presidente: Dario Coppola. Vice Presidente: Anton De Nicolò; Tesoriere: Stefano Marino; Segretario: Jacopo Villani. Per l'iscrizione all'Associazione si può richiedere il modulo in sede o a un membro del Consiglio Direttivo. Fax: 011885507 Mail: acquintiliano@hotmail.it
L' ASSOCIAZIONE QUINTILIANO è stata ideata da Dario Coppola nel 2000

ed è stata fondata nel 2010 con Emanuele Amo, Davide Biagioni, Federico Garino, Irene Fusi, Alberto Saluzzo, Jacopo Villani, Alberto Zanello. A questi soci fondatori sono stati aggiunti, con nomina del presidente, Antonino D'Ambra e Daniele Grillo.

Loading...

collegamento con Q TV

Translate

25.6.12

Quintiliano su Rai 5 a ROAD ITALY


Venerdì 29 giugno 2012 ore 21.15
Road Italy arriva a Torino. Il programma targato RAI 5, in giro per l’Italia ormai da oltre un mese, mercoledì si ferma nella capitale italiana dell’industria dell’automobile. “Road Italy” è il nuovo programma di Rai 5 che va in onda ogni venerdì alle 21.15. Emerson Gattafoni, Valeria Cagnoni e Claudio De Tommasi, volti noti al pubblico di RAI5, ci guidano in un  particolarissimo viaggio nel nostro Paese, un viaggio che parte dal Gran Sasso e arriva in 11 puntate, attraversando 6 regioni, al Monte Bianco. Lungo l’itinerario tanti amici noti, tante realtà che descrivono la creatività del nostro Paese e naturalmente i suoi meravigliosi territori. E mercoledì Road Italy fa tappa a Torino.

<<Eccoci arrivati nelle prima capitale d’Italia – spiega Emerson Gattafoni, autore, regista e conduttore del programma – una città storica con ricchezze culturali e artistiche uniche. Ma non solo. Le telecamere di Road Italy andranno a curiosare attraverso la storia più recente di Torino, visiteremo il Museo Nazionale del Cinema ospitato all’interno della Mole Antonelliana e entreremo nel Museo Nazionale dell’Automobile per capire come le macchine hanno cambiato la nostra vita dal punto di vista sociale. Infine intervisteremo, come ogni puntata, personaggi e gente comune per farci raccontare storie di vita e storie di chi vive quotidianamente questa bellissima città>>.

Con “Road Italy”, Rai 5” si mette in movimento per raccontare l’Italia come è ma anche come sarà. Uno sguardo sul futuro partendo da storie e racconti di vita che parlano al presente ma che guardano al domani. Un viaggio tra paesaggi e i borghi medievali, presentati con un linguaggio rapido, snello e asciutto. Ricchezze architettoniche storiche, ma anche moderne. Imprese tramandate di padre in figlio ed esempi di nuovi imprenditori della green economy. E poi i veri protagonisti di questo viaggio targato Rai 5: le persone comuni e le loro storie di vita. Incontrate per caso durante gli spostamenti.
Un viaggio attraverso il Bel Paese a bordo di Apecar .
Ecco come la televisione scopre itinerari, persone e storie di vita.
Undici puntate in carovana per raccontare l’Italia di domani.
Tv e social network per dare voce ai testimoni del nostro tempo.
nelle foto: 
Claudio De Tommasi intervista Dario Coppola; 
Margherita Di Pinto del Laboratorio Quintiliano UNITO che ha partecipato al programma
 
IL PROGRAMMA
Si chiama “Road Italy”, il nuovo programma di Rai 5 condotto da Emerson Gattafoni, Valeria Cagnoni e Claudio De Tommasi.  Un viaggio itinerante che parte dal Gran Sasso fino ad arrivare al Monte Bianco, attraversando 6 regioni con le storiche Apecar “vintage”. Road Italy è la storia di questo racconto in movimento tra le due cime più alte d’Italia.


Lungo l’itinerario tanti amici noti, tante realtà che descrivono la creatività del nostro paese e naturalmente i suoi meravigliosi territori. Rai 5 vi porterà in piazze e strade uniche al mondo ... Road Italy è in cammino, giorno dopo giorno, sulla vostra tv.


Una vera e propria “carovana targata Rai 5” si mette in movimento per raccontare l’Italia come è ma anche come sarà. Uno sguardo sul futuro partendo da storie e racconti di vita che parlano al presente ma che guardano al domani.


Un viaggio tra paesaggi e i borghi medievali, presentati con un linguaggio rapido, snello e asciutto. Ricchezze architettoniche storiche, ma anche moderne. Imprese tramandate di padre in figlio ed esempi di nuovi imprenditori della green economy. E poi i veri protagonisti di questo viaggio targato Rai 5: le persone comuni e le loro storie di vita. Incontrate per caso durante gli spostamenti.


L’idea è quella di offrire uno spaccato dell’italianità attraverso il viaggio lungo vie sconosciute, in una miscela di “vecchio e nuovo”: le Apecar restaurate come mezzo di trasporto, ma con la tecnologia dei navigatori satellitari.


Road Italy si snoda attraverso un appuntamento in onda ogni giorno di 10 minuti live. Un viaggio in 50 puntate quotidiane in onda per 5 giorni a settimana, la puntata del venerdì in prima serata sarà invece l’occasione per una sosta, un approfondimento: non un semplice riassunto di quanto accaduto nei giorni precedenti, ma un vero e proprio speciale, ognuno con la sua personalità, ogni volta diverso a seconda del territorio, del luogo, dell’ospite e delle storie raccontate.


Rai 5, supportata dal  Centro di Produzione Rai di Torino e dal Centro Ricerche della RAI, ha realizzato una partnership tecnologica con  Skylogic, azienda del gruppo Eutelsat, principale operatore satellitare in Europa. La carovana di Rai 5 si collegherà con gli impianti di messa in onda grazie al servizio NewsSpotter  di Skylogic, la nuova tecnologia per “produzioni televisive nomadiche” che attraverso terminali facili da montare e trasportare permette di inviare da qualunque punto del territorio contenuti digitali via satellite anche in alta definizione.



Un progetto televisivo suddiviso in più serie con la particolarità della presa diretta settimanale, arricchita da una striscia quotidiana del luogo attraversato e dell’itinerario del giorno seguente con l’obiettivo di creare una comunicazione ed interazione con il telespettatore.


RoadItaly raccoglie un modo diverso di vivere la tv, nel viaggio e nell’imprevisto, nella battuta che porta un sorriso e nell’incontro non programmato, vivendo un racconto di viaggio in maniera seriale e quasi da reality, il tutto calato però in un contesto vero, assolutamente vivo, non preconfezionato, e nella bellezza del territorio e nella forza della gente italiana.


In questo caso si può parlare anche di etnofiction, termine coniato dall’antropologo Marc Augè: l’incontro con i testimoni di una Italia vera nel tentativo di offrire al pubblico il “tempo presente” per fare in modo che vi si riconosca e vi si ritrovi.


Rai 5, conferma la sua natura di Social TV continuando a cercare con i suoi telespettatori ogni forma possibile di scambio e confronto. Con Road Italy Rai 5 non sarà solo in TV, sui principali social network e, anche grazie alle applicazioni per Ipad e Iphone, in Rete, ma sarà con la sua carovana sul territorio per incontrare i suoi telespettatori e le loro storie.



Ogni giorno ore 18.15
Venerdì ore 21.15

Ringrazio ufficialmente tutto lo staff di Rai 5 e la produzione per questa esperienza. 
In particolare, ringrazio un grande conduttore e amico, che ho ritrovato dopo averlo già seguito nella TV degli anni Ottanta e Novanta: 
grazie a Claudio De Tommasi.
Dario Coppola,
presidente dell'Associazione Quintiliano

4.6.12

QUINTILIANO PRO TERREMOTATI

Nel giorno del lutto nazionale per i morti a causa del terremoto pubblichiamo questo annuncio
INVIAMO TUTTI UN  SMS SOLIDALE AL 45500 
DONIAMO 2 € ALLA PROTEZIONE CIVILE

Post più popolari

Quintiliano è su FACEBOOK

Quintiliano è su FACEBOOK
cliccare sul logo per raggiungere il gruppo

Quintiliano è su YOUTUBE


cliccare sui loghi per raggiungere i nostri canali

ALTRI LABORATORI (IN STAND BY)

Archivi Q Territoriali

BREVE STORIA dell'Associazione



ASSOCIAZIONE CULTURALE QUINTILIANO - Il 24 settembre 2010 viene costituita a Torino l'Associazione Quintiliano, che opera in città con i suoi comitati territoriali e laboratori scolastici. La fondazione deriva dall'esperienza laboratoriale iniziata nel 2001.
Nel 2001, a Torino, è partito il progetto del primo Laboratorio Culturale che, con le sue attività didattiche, ha contribuito e contribuisce alla costruzione della personalità degli studenti che ancora lo frequentano, aprendo loro gli orizzonti del sapere. Dopo una prima fase sperimentale, il laboratorio è stato ideato, dal prof. Dario Coppola, e ha così preso corpo nel 2004 con l'acronimo LDG, cioè Laboratorio Didattico del Giusti, il liceo torinese nel quale l'attività ha visto i suoi esordi raccogliendo l'eredità di un grande docente di quel liceo, alla cui memoria il laboratorio è perciò stato dedicato: si tratta del prof. Giorgio Balmas.
Dal 2007 il progetto ha allargato il suo raggio d'azione ed è diventato un laboratorio interscolastico al quale, nella IIIB (2008-09) del Liceo Alfieri, è stato attribuito dal fondatore il nome LC QUINTILIANO. Da allora, il laboratorio ha raggiunto con le sue proposte anche gli studenti e i docenti di altre prestigiose scuole torinesi, e della provincia, come il Copernico, il D'Azeglio, il Majorana di Moncalieri e di Torino, il Gioberti, il Cattaneo, il Ferraris, il Cottini, lo Spinelli, lo Steiner, il Gobetti, il Regina Margherita, il Grassi, il Conservatorio Verdi e - anche - l'Università degli Studi e il Politecnico di Torino.
Nel 2009 sono stati attivati nove laboratori paralleli del Quintiliano corrispondenti alle redazioni scolastiche attive nei settori dell'istruzione secondaria (scuole superiori) e degli atenei torinesi.
Nel 2010 viene stilato il progetto della costituzione di un'Associazione Culturale che comprenda i laboratori già attivi e quelli da attivare.

Le proposte culturali dei laboratori sono di vario tipo:

THEATRUM: visione di spettacoli, a teatro;

AUDITORIUM: ascolto di concerti;

CINEFORUM: visione critica di film al cinema; partecipazione a rassegne cinematografiche;

SYMPOSIUM: incontro, con cena, per socializzare e riflettere informalmente, a caldo, sullo spettacolo cui si è assistito, anche con l'ausilio di schede didattiche;

CIVES: approfondimenti su legalità, educazione alla cittadinanza, Costituzione Italiana;

LUDUS: appuntamenti etico-sportivi;

ETHNE: partecipazione alle iniziative multietniche del territorio;

PACHA MAMA: iniziative ambientali ed ecologiche;

GANDHI: iniziative non-violente contro ogni tipo di discriminazione;

AGORÁ: dibattiti su temi d'attualità per la formazione delle opinioni;

BIBLOS: presentazione di libri;
ARTIFICIUM: promozione dei talenti artistici dei nostri allievi ed ex-allievi e progettazione delle visite alle mostre d'arte;
MNEMOSYNE: recupero delle nostre origini culturali nella storia (viaggio nella memoria, rievocazioni, visite a mostre, spettacoli, conferenze, lezioni introduttive alla storia del teatro, del cinema, della televisione e della radio);
MONOGRAPHIA: presentazioni monografiche interdisciplinari di autori attraverso significative opere che hanno arricchito il nostro patrimonio culturale;
EXPERT: trattazione di tematiche, da parte di esperti, per conoscere meglio le dinamiche dei fenomeni che ci presentano l'attualità e la storia;
DOSSIER: approfondimenti, documentazioni, testimonianze, recensioni, raccolte, relazioni, ricerche e tesine;
IN ITINERE: viaggi di istruzione brevi fuori urbe;
CAUPONA: incontri per accrescere e raffinare la cultura enogastronomica;
AUGUSTA TAURINORUM: lezioni itineranti nei luoghi storici della nostra città, che hanno visto transitare i maestri del sapere, e che ancora ne conservano l'eco;

DHARMA: appuntamenti con la filosofia e la spiritualità;
BERUF: informazione e formazione economica;
REPORTER: la realtà fotografata ad arte (mostre fotografiche);
IN CONCERT: reading, tendenze musicali, concerti;
CINEFERIAE: visione critica di film su richiesta degli studenti durante le vacanze.

Inoltre, il settore Informazione dei Laboratori comprende:


MONITOR: avvisi e segnalazioni;
VADEMECUM: segnalazioni di eventi culturali nel territorio urbano;
IN AETHERE: la cultura in tv o via radio;
NEWS: notizie dalle scuole collegate col nostro laboratorio;
WEB: notizie dalla rete.

Nel 2009 sono stati aperti anche:
1) un gruppo ufficiale su Facebook;
2) un canale video "LC QuintilianoTV" su YouTube, che consente un'espressione ulteriore della creatività comune di chi continua a costruire i nostri laboratori.
Gli studenti "storici" che, negli anni passati, hanno contribuito, insieme a decine di altri, con il coordinatore a condurre QUINTILIANO sono stati:

GUGLIELMO SANDRI GIACHINO (2005-06)
NICOLO' STROCCO (2006-07)
FLAVIO MERGOTTI (2007-08)
FEDERICO GARINO (2008-09)
ALBERTO ZANELLO (2008-09)
DAVIDE BIAGIONI (2008-09)
FEDERICO SILVESTRI (2008-09)
JACOPO VILLANI (2009-10)
ALBERTO SALUZZO coordinatore della costituenda Associazione Culturale (2009-10)


dal 24 settembre 2010:

data della costituzione dell'Associazione Quintiliano
Elezione del primo
Consiglio Direttivo (2010 - 11)
Presidente: Dario Coppola. Vice Presidente: Davide Biagioni (da settembre a dicembre 2010); Emanuele Amo (da gennaio 2011); Tesoriere: Federico Garino; Segretario: Alberto Saluzzo (da settembre 2010 a gennaio 2011); Davide Biagioni (da febbraio 2011); Altri Consiglieri: Alberto Zanello, Jacopo Villani, Antonino D'Ambra, Irene Fusi, Daniele Grillo.


dal 24 settembre 2011:
secondo Consiglio Direttivo (2011-12)

Presidente: Dario Coppola; Vice Presidente: Anton De Nicolò; Tesoriere: Stefano Marino; Segretario organizzativo: Ario Corapi (da settembre 2011 a marzo 2012); Jacopo Villani (da marzo 2012). Comitato esecutivo: ai consiglieri sopra citati si aggiungono i sottotesorieri Alessandro Minetti, Jacopo Villani (fino a marzo 2012), Ario Corapi (da marzo 2012) e i sottosegretari Bernardo Basilici Menini, Marcello Fadda.






Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini, i video e gli audio sono tratti dal web, valutati quindi di pubblico dominio.